Skip to content

In viaggio con la… pasta madre

by Paolo on gennaio 21st, 2011

pasta madre

Per le vacanze di Natale siamo tornati in Italia per una decina di giorni. Come sapete, da alcuni mesi stiamo allevando la nostra pasta madre, il lievito naturale che usiamo per fare il pane. Ormai ha raggiunto una certa maturita’ e produce un ottimo pane…quindi non avevamo proprio il cuore di “ucciderla” buttandola via. Anche perche’ ci vogliono diversi mesi per avere una pasta madre pronta per essere utilizzata…

Quindi abbiamo deciso di portarla con noi! All’andata, da Copenhagen all’Italia, abbiamo preso, come al solito, l’aereo. Non avevamo pagato il supplemento per il bagaglio imbarcato, quindi dovevamo metterla per forza nel bagaglio a mano, in cui non possono essere messi liquidi o oggetti di consistenza simile. Eravamo un po’ preoccupati che non ci avrebbero permesso di portarla, anche perche’ la (esilarante) classificazione liquidi-solidi secondo l’ENAC e’ tutt’altro che una scienza esatta: ad esempio, non si puo’ portare un pezzo di camembert ma si puo’ portare un pezzo di parmigiano! La pasta madre sara’ considerata liquida o solida?

Comunque abbiamo messo il nostro lievito madre in una scatolina di plastica per alimenti ed abbiamo passato indenni i controlli. All’arrivo l’abbiamo controllata: era cresciuta ed aveva alzato il coperchio della scatola! Si vede che faceva caldo nella cabina dell’aereo. Abbiamo subito fatto un rinfresco, con acqua e farina…nei giorni successivi abbiamo fatto un po’ di pani, tanto per tenerci in allenamento.

Al ritorno, da Genova a Copenhagen, abbiamo preso il treno! E’ stato un bel viaggio interessante, di cui racconteremo in un altro post. E la pasta madre? E’ venuta con noi in valigia, nella solita scatolina, senza particolari problemi… non ha neppure dovuto passare i raggi X! All’arrivo aveva un odore  leggermente acido, ma, dopo qualche rinfresco, e’ tornata in forma come prima!

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks

From → panificazione

Comments are closed.